5 falsi miti sul Social Media Marketing

1. Bisogna essere presenti su tutti i social.

Sbagliato: solamente perché certi social esistono non è detto che aprire un profilo aziendale su essi sia effettivamente utile e strategico. Sapere quelli utili per la tipologia del tuo business fa parte del lavoro del Social Media Manager, creando una pagina o un profilo della tua azienda sui canali utilizzati dal tuo target. Nel complesso, la regola è: se un Social Media non ti aiuta, non usarlo. 

2. I Social Media si rivolgono ad un pubblico giovane.

I Social Media anno dopo anno si sono trasformati in mezzi di informazione e comunicazione alla portata di tutti. Basti pensare che su Facebook gli utenti italiani di età compresa tra i 45 e i 54 anni sono 6 milioni 400 mila mentre quelli tra i 18 e i 24 anni 5 milioni 500 mila (fonte Digitalic).

3. I miei clienti non utilizzano i social.

L’età degli utenti dei Social Media si sta alzando e continuerà a farlo, perciò se pensi che i tuoi clienti non ne facciano parte stai commettendo un errore. Fai attenzione: ognuno di questi canali presenta tra gli iscritti tipologie di persone ben precise che certamente inglobano anche una fetta dei tuoi prospect: il 40% degli utenti Facebook ha più di 35 anni e addirittura il 52% ha un’età compresa fra i 55 e i 64 anni. Ovviamente non è detto che siano iscritti a tutti. È fondamentale però saperli trovare, su Facebook o magari Twitter, su Pinterest, su LinkedIn, Instagram oppure su YouTube.

4. Il mio business non è fatto per i social. 

Tutti i business sono fatti per il social media marketing. C’è chi dice “nessuna piattaforma social è adatta al mio business”, affermazione discutibile considerato i 55 milioni di italiani che accedono ad internet e i 35 milioni utenti di piattaforme social, +2,9% rispetto all’anno scorso (fonte Hootsuite 2019). Bisogna essere lungimiranti perché in futuro tutti saranno digitalizzati e online. I social sono le nuove piazze e non puoi permetterti di non esserci.

5. La mia azienda verrà colpita da critiche e attacchi pubblici.

La presenza o meno sui social non cambia ciò che i clienti pensano della tua azienda, soprattutto perchè ci sono piattaforme che permettono i commenti su di te anche senza che tu lo sappia. Con i mezzi social e i giusti contenuti puoi però migliorare l’opinione generale nei confronti del tuo brand. Inoltre, puoi anticipare le conversazioni degli utenti ed eventualmente riparare in caso di recensioni negative. Saper gestire un eventuale crisi social fa parte della professionalità di un Social Media Manager. 

Ricorda:
– il Social Media Marketing è attualmente lo strumento meno costoso e più efficace per identificare e raggiungere il tuo target specifico.
– è l’unico strumento di advertising che offre la possibilità di insight parziali e rimodulamento del target in corso d’opera
– è l’unico media che ti permette di “ascoltare” la tua audience e capire cosa desidera, la raccolta dei dati tramite la tua comunicazione social ti sarà utile per pianificare le tue strategie future anche per gli altri strumenti che utilizzi.
– è una strategia poco invasiva: più affine all’idea di inbound marketing che a quella di marketing dell’interruzione, il marketing sui social raggiunge infatti i suoi destinatari là dove si trovano spontaneamente e, se fatto professionalmente, in quei micro-momenti strategici all’interno del processo decisionale e della consumer journey.